31 luglio 2013

Inutili riflessioni potteresche.

"Epppetto...Patoonum!!!"


Magù ha scoperto Harry Potter.
Siamo finiti.

Susibita è caduta a capofitto nella ri-lettura bulimica dell'intera saga.
Sostiene un'affinità elettiva col piccolo occhialuto da quando ha scoperto che entrambi hanno commentato allo stesso modo il loro primo bacio.
Nonostante istintiva diffidenza per i luoghi comuni e diretta esperienza di un ramo della famiglia stabilmente residente in UK -inlcusi parenti autoctoni con maniacale passione per igiene personale e cura della casa - Nonna Oroscopo non ha potuto far a meno di metterle la ben nota pulce nell'orecchio evidenziando un dettaglio che si presenta su un piatto d'argento per i Sostenitori della Negligenza Igienica Britannica, che poi sarebbe il seguente.
La Rowling - sia benedetta lei e tutta la sua stirpe per avermi regalato il binario 9 e 3/4, la burrobirra, Neville Paciock e quella gran figa della Professoressa Mc Grannit - descrive nel dettaglio le pietanze di ogni singolo banchetto, quante volte a settimana c'è lezione di Trasfigurazione, i punti di Grifondoro a Quidditch, ma mortacci eva se si fanno una volta la doccia.
Che mi risulti Harry entra in una vasca da bagno solo per scoprire la tappa successiva della gara nel Calice di Fuoco.
Il che - a essere pregiudizievoli - fa molto British.
Oppure è un caso.
Oppure Nonna Oroscopo non c'ha un cazzo di serio cui pensare.

17 commenti:

Vale.81 ha detto...

ma non è solo di HP questa cosa!
io sono divoratrice di libri fantasy: docce e bagni di solito compaiono solo per parlare della nudità del soggetto.
mai che a qualcuno scappi qualche bisogno.
diciamo che forse ha poco APPEAL scrivere dei bisogni corporei dei personaggi?

Tessy ha detto...

Ecco io lo sapevo che eravamo sorelle.
Lo sapevo.
E tu dicevi di no.
Io ancora non me ne sono fatta una ragione del fatto che Albus Silente è morto, per dire. Vedi tu.
Ecco e adesso ... mi tocca rileggerli da capo.
Di nuovo.

Tessy ha detto...

Ah, dimenticavo!
Non è mica un problema di Harry Potter.
Nessun adolescente si fa la doccia.
Ma neanche tra i babbani.
Vedrai.

Anonimo ha detto...

anche a me di Silente non mi è ancora andata giù né il fatto in sé, ne tanto meno la modalità.però a onore della Rowling devo ammettere che a rileggerli tante sfumature anche di quell'episodio mi erano sfuggite e mi si è attenuata un po' l'iniziale incazzatura conseguente al lutto.
ecco, ad agosto in vacanza me li rileggo.ancora.però stavolta provo la nuova esperienza kindle solo per risparmiare spazio in valigia che quello si sa è prezioso ;)
lapiumi

bussola ha detto...

io penso di essere una delle poche persone al mondo che non ha letto nulla di Harry Potter... una lacuna che dovrò prima o poi comlmare per non sentirmi una reietta

PdC ha detto...

Ti dico solo che sapendo che è l'ultimo, l'ultimo non l'ho ancora letto. Ce l'ho lì, con gli altri, in italiano ed in inglese, ma non lo leggo.
Non sono ancora pronta al fatto che finisca. Intanto rileggo gli altri.
Per dire.

(E confermo quanto dice la Ciccina-Tessy, nemmeno i babbani giovani si lavano, e spesso neanche i meno giovani :D)

Daniela... ha detto...

Siete pronte per uno spoiler? I babbani adolescenti si riappropriano del l'uso di sapone, spazzolino da denti e affini non appena scoprono le coetanee ;)

Squabus ha detto...

Ed io con te! Mi sento già un tantino reietta

Susibita ha detto...

Vale: più ceh dei bisogni coroporei, su cui effettivamente non sento l'urgenza di essere informata, mi riferivo alla doccia.
Cose tipo "Dopo la doccia, Harry si recò nella Sala Comune" o "Dopo la partità Harry fece una lunga doccia ripensando ai dissennatori" . Cose così. Mi aspetta ceh se tra il lusco e il brusco mi racconti i gusti delle caramelle tuttiigusti+1 perchè stai dando forza alla normalità, in questa normalità dovrebbe rientrare ogni tanto pure lavarsi.
NO, eh?

Tess: certo tu sai cosa sia un color champagne, mentre io vivo quasi perennemente in panatloncini da tennis e maglietta, ma eccetto questo se mi dici che anche tu sei una potterista convinta non posso che accogliere la sorellanza.
Io adoro i Potteristi, mi danno grandi soddisfazioni quando parliamo di queste cazzate. mi sento compresa.

Lapiumi: guarda non è tanto quello che succede a Silente ma il COME. Il COME non è da Silente. mae la può metter giù come vuole, cercare d'intortarmi, ma è davvero l'unica cosa che credo cambierei della saga. In qualche modo non gli rende onore al meglio. Cazzo stiamo parlando di Silente, gente.

Bussola: non devi leggerlo per colmare una lacuna, devi leggerlo perchè ti renderà felice, ti farà ridere e piangere, ti farà innamorare dei personaggi. Promesso.

Pdc: ma come fai?? come? a casa mia appena è uscito siamo state colte da isteria collettiva. Quasi peggio di quando è uscita la data per il concerto degli U2.

Spoiler: lo immaginavo, i maledetti.

Squabus: cioè sei con bussola? non hai letto hp? medita, o mia giovine amica, medita e rimedia.



Vale.81 ha detto...

ho capito cosa intendi... comunque l'assenza di "abluzioni" è palese in tutti i romanzi fantastici che ho letto ed è una cosa su cui ho riflettuto spesso anche io. perchè come dici tu, spesso ci si va ad incuneare in particolari insignificanti per dare "un senso di normalità" e poi si omette una cosa così tanto normale.
per quanto riguarda avere l'ultimo HP e non leggerlo. per dire: noi eravamo in fila alla feltrinelli a mezzanotte per prendere la versione in inglese. per dire. e abbiamo litigato su chi dovesse leggerlo prima (ha vinto il mio lui, con la scusa che lui in inglese legge più velocemente di me)

Susibita ha detto...

Vale: io in inglese ho letto poco, però ti sono solidale nell'anima e nel corpo per aver fatto la fila. Grandi.

Lex ha detto...

Non ho letto i libri, ma ho visto quasi tutti i film (vale lo stesso?). Però adesso ho il rovello perché non mi ricordo come HP commenta il suo primo bacio. Ricordo invece il condivisibile commento di Raymond in “Rain Man”: “Umido”.

Lisa ha detto...

Ma siamo veramente sicuri che dopo le partite di Quiddich nel fango non si lavino? Dovrei rileggermi tutti i 7 libri per assicurarmi, ma so per certo che gli inglesi ne hanno abbastanza con la pioggia per ricorrere troppo spesso alla doccia. Ed io direi che ci sono riferimenti velati ai bagni quando Hermione ci si chiude dentro, o quando ci preparano la pozione. Albus Dumbledore cercava un vaso da notte quando ha scoperto la "room of requirement". Ma credo che gli inglesi abbiano piú pudore di noi rispetto agli affari da bagno in generale. Non credo che da loro potrebbe mai diventare popolare l'inno del corpo sciolto!
Le 2 righe sul primo bacio nascondono un'ellissi che mi ha delusa un poco. Il tema dava per molto di piú e credo sia intervenuto ancora questo malaugurato pudore. O forse ha voluto emulare la (in)sensibilità di un ragazzo adolescente. Meglio quando descrive gli approcci con Jinny, forse perché è già piú grande.
Albus ci lascia tutti doppiamente orfani, fa rabbia, ho pianto anch'io perché non me l'aspettavo, ma ha una sua logica interna che giustifica tutta la quest successiva. È una mossa narrativamente scaltra perché è un altro mistero che alimenta buona parte dell'ultimo libro. Ma io rimango malissimo anche per Lupin e Thongs. In fondo persino mi dispiace per quello sfigato di Snipe. La Rowling gli ha restituito umanità solo alla fine. Ma quello che mi piace è che anche i cattivi hanno un volto umano e soffrono: la famiglia Malfoy è così preoccupata per Draco che tradisce Valdemort, lo stesso Valdemort è un orfanello che cerca di farsi strada nel modo peggiore.
Ho appena finito l'ultimo libro ma rileggerò tutta la saga presto perchè è ricchissima di sfumature e certe svolte si capiscono meglio solo in prospettiva.
Ma Magù non è un po' piccolo per affrontare il tema preponderante della morte e della perdita? Come gli spiegate certi colpi di scena? E la parte politica finale?

Susibita ha detto...

Lex: quindi praticamente la rowling a sua volta ha citato rain man.


Anna, ma infatti mi riferivo alal doccia, non all'uso corrente e quotidinao del bagno. I bagni esistono anche a Hogworts, e mi fa ridere Mirtilla Malcontenta e l'episodio del troll.
Però no, finora nel rileggerlo ho beccato almeno 7 partite di quidditch e manco mezzo accenno a una doccia. Solo un generico "cambiarsi".
Comunque, vabbhè, è una stronzata che nulla toglie alla bellezza della saga ovviamente.
Non ho cmoinciato a leggere a nico i libri, sono ancora tropopo complessi per lui. Nonna Oroscopo ha beccato due film alla tlevisione e se li sono sparati insieme in mia assenza. Io avrei ovviamente glissato soprattutto sui dissennatori perchè credevo fossero tropo spaventosi epr il suo immaginario. Tutavia per fortuna la cosa non sembra ver lasciato strascichi: Magù è stato colpito dal solo incanto patronus e adesso ingaggia scellerate battaglie armato di cannuccia che punta come una bacchetta sul primo malcapitato che trova.
Mi fa ghignare tantissimo.

p.s. non volgio, non VOGLIO toccare l'argomento fred weasley.

Lisa ha detto...

La complice è stata dunque la nonna! Ma quali film ha visto? Se siamo già con i dissennatori (dementors?) forse ha pure visto il torneo e come finisce. Da lì personalmente non ho piú voluto vedere i film perchè mi sembravano troppo macabri. I libri hanno elementi che sdrammatizzano ma sono anche piú complessi. Ti toccherà raccontare a Magù la versione decaffeinata di Harry Potter!

Lisa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lisa ha detto...

PS: Fred e George erano adorabili, é inconcepibile uno senza l'altro. Altro colpaccio.