16 luglio 2013

Luglio.

Giugno è stato luce, acqua salata, corse, la scuola è finita, auguri, aerei, un cappello di paglia, vestiti bianchi, vestiti verdi, gente gente gente.
Luglio sono i fiori da bagnare, fatture da chiudere, versamenti, dichiarazioni, ultime lezioni, bimbi dalla nonna.
Non sono certa di poterglieli lasciare tutto il mese.
Ieri sera invocava Erode.
Mò son pure chiusi i campi solari.
Se strappi ancora un geranio, amore mio, ti massacro quelle luride ditina.
Li tratta come trattava me alla loro età, non sono certa sia un bene.
In ogni caso non ho alternative.

Stamattina per arrivare a sedermi davanti a una scrivania ho impiegato 50 minuti, per lo più passati dietro a ciclisti che viaggiavano appaiati per godersi le ciacole e le curve di campagna.
Non sono venuta fin qui per fare l'automobilista isterica.
Ho imparato a tollerare i tedeschi sulle cabrio con foularino e occhialoni, in pieno delirio da VacanzeRomane. I vecchietti in ape, che espongono cartelli autoironici con scritto "il bimbo va piano".
Ma i ciclisti del martedì mattina, che si sa- è pure peggio del lunedì- quelli mi stanno qua.
Niente di che, eh. Nulla di personale.
Ma che bucasserro quella davanti e pure quella dietro, camera d'aria inclusa, alla canicola e in un tratto senz'alberi.

13 commenti:

Velma ha detto...

E come ti trattava alla loro età?

sfollicolatamente ha detto...

Abbasso i ciclisti in coppia!! Proprio oggi pomeriggio ne stavo per falciare due mentre portavo la Picca al nido...

Susibita ha detto...

Velma: bhe diciamo che Nonna Oroscopo non è il prototipo di nonna che fa i bavaglini ai nipoti. Lei è, hem, rustica, ecco. Veste da maschio, parla da maschio, vive anche un po' da maschio. Dice un sacco di parolacce. La frase sui ditini è sua, tanto per dire, rivolta a Nina. Però fa un sacco, ma proprio un sacco di coccole.

Sfolli: sì che poi è sempre colpa dell'automobilista se succede qualcosa, eh.

Fioly ha detto...

luglio è fatica. ma quella bella, da giorni prima della festa.
felice estate!

Velma ha detto...

Mi piace.
Viene in vacanza con noi?

Susibita ha detto...

Fioly: è vero. Anche a te.

Velma: sì, ma Googhi resta a casa. Il baggliaio è libero.

Olivia ha detto...

I ciclisti sono la specie peggiore.
Li odio, soprattutto (e non me ne voglia la categoria) se sono un po' attempati, ecco.
Che la strada sarebbe fatta pure per me. Per dire. :)

Robin ha detto...

Non dimenticare che la nonna ha cresciuto te e non mi sembra che sia andata tanto male ;)

bussola ha detto...

anche da noi a Roma sulla via del mare... molto trafficata.... ma molto amata dai ciclisti se ne vedono tanti che girano a flotte.... forti delo loro numero in grado di spaventare gli automobilisti....dimenticano le regole della strada... un vero pericolo!!!!

Susibita ha detto...

Olivia: io non ne farei tanto una questione anagrafica. Quelli che viaggiano appaiati o addirittura a 3 sono imbecilli a prescindere.

Robin: grazie =)

Bussola: non sono certa le dimentichino. Semplicemente, le ignorano.

SuSter ha detto...

Ma sei in piena fase di rabbia stradale!

Squabus ha detto...

a me da ciclista* scappa da dire poveri ciclisti. Non linciatemi però :)

*non quella della domenica però, quella che la bici tutti i giorni per andare al lavoro e al nido che decidendo di lasciare a casa la macchina fa più spazio agli altri

Susibita ha detto...

Sus: giustificata, oserei dire.

Sqaubus: ma infatti la tua categoria non ha l'abitudine di procedere allineata in coppia o -peggio- in 3 occupando l'intera corsia. In curva.
Sei salva.