13 dicembre 2010

Vuoto e pieno

C'è che a volte la vita ti parla proprio in un giorno in cui ti senti vuota vuota.
[Io a volte mi sento vuota come una ciabattina.
Cosa c'è di più vuoto di una ciabattina quando è vuota?
Dico: ti ci aspetteresti dentro il piedino che la animi e invece è proprio vuota. Piena di vuoto: impressionante, se ci pensi.]

Comunque anche a piedi scalzi senza ciabattine oggi io la mia vita l'ho ascoltata.
E mi ha detto più o meno così:


RI-PI-GLIA-TI.

Allora mi sono fatta pane e marmellata, come quando avevo 8 anni, e l'emergenza è un po' rientrata.

p.s. stasera Magù ghignava pancia a terra perchè lanciavo mandarini in aria.
Una cosa che mi ha resa orgogliosa di lui, felice. Piena piena.

4 commenti:

MoonaFlowers ha detto...

Meno male che ci sono i bimbi come Magù a riempire la ciabattina ;)
Su su, il pane e marmellata è fenomenale (anche se io di solito opto per pane e nutella) ;)

Susibita ha detto...

Hai ragione...basta depression mood.
Da oggi ciabattine per tutti =)!!!


Bacio a Pagnottella, grazie per essere passata.

bismama 2.0 ha detto...

Con me funziona il pane e nutella....la marmellata solo sulle fette!
;-)

Susibita ha detto...

Ciao Bis, non avevo dubbi...d'altra parte: che mondo sarebbe, senza nutella? ;)

E non mi hanno manco pagata per scriverlo sul blog...