24 maggio 2010

Estate

Finalmente è arrivata.
Nella migliore tradizione della famiglia io e il Magù abbiamo cominciato a snudarci, che qui sarà pure ventilato ma sotto il sole si brucia.
Tra l'altro a lui piace un sacco stare svestito, il che non dovrebbe suggerirmi nulla di buono per il futuro, ma almeno adesso è felice di lanciare in aria i piedini finalmente liberi.
Siccome Il Pappee (come dicevo, pronuncia un po' alla Alabama, nata per caso a forza di far versi e storpiare parole in linguaggio Maguesco) ha già cominciato a dare preoccupanti segni di astinenza da Magù: "Che fa-che fa? parla? cammina? risolve integrali? ecco vedi, sta imparando un sacco di cose senza di me, tempo che torno ha già la patente."

Ecco qallora una serie di prove inconfutabili del fatto che:

- è vivo e non me lo sono magnato come il conte Ugolino;
- come già accennato aspira al nudo integrale;
- si sollazza a puntare i piedi contro qualunque cosa, preferibilmente le mie gambe che ama percorrere in lunghezza su e giù (mica c'ha da fare tanta strada, eh);



E poi qui, in tutta la sua ronfante gloria.



A me pare una via di mezzo tra il mexicano con sombrero e un gangster della malavita newyorkese, gli manca solo il catenozzo d'oro al collo (yo-yo).

3 commenti:

Lisa ha detto...

Se ti avessero detto di mettere su internet una foto delle tue gambe qualche tempo fa, ne avresti messa una con altrettanto orgoglio?

Susibita ha detto...

Stavolta andavo sul sicuro, che ero appena cerettata...poi non so se noti la scaltrissima messa a fuoco sul di lui piede, che in effetti è il vero protagonista dello scatto.
C'ho la mania per 'sti piedi, troppo belli.

Federica ha detto...

Che belli i "miei" piedosauri!!