21 gennaio 2010

Leguminose - l'invasione

Questo post avrebbe dovuto uscire da tempo, diciamo circa 5-6 mesi.
Come tutte le cose davvero importanti, tuttavia, richiedeva il suo tempo per essere elaborato.
Io lo so, parenti, amici e conoscenti lo sanno, Lenticchia...boh...lo sa?
Bhè tecnicamente no, ma vai a capire quali informazioni veramente lo raggiungono sotto lo strato denso come peanut-butter in cui si trova tuttora immerso...
In ogni caso mancava una pubblicazione formale sul Lenticchioso blog.
E quindi, è ufficiale: sarò zia.
...
!!!
No, dico: sarò zia!!
La cosa strana è che, bhè...fosse successo 11 mesi fa ogni cosa sarebbe stata del tutto differente.
Pure meno, vah.
8 mesi fa, appena scoperta l'esistenza di Mr L., avrei desiderato - e in effetti l'ho proprio scongiurato- non solo che fosse già successo prima a lei, ma quantomeno che allora le succedesse subito! Ma subito.
Ero così terrorizzata dal fatto di non avere un precedente, proprio io, la piccoletta di casa, l'eterna Peter Pan de noartri, così scelleratamente convinta di essere l'unica donna incinta sulla faccia della terra, che il secondo pensiero immediatamente successivo al Perchè??Maperchèè??? era il Succedesse pure a Lei non sarei da sola di fronte a sta catastrofe!!
Quindi sì, è andata proprio come state pensando: ho gufato mia sorella.
Solo che ad essere precisi non ha funzionato, perchè in realtà tutto è cominciato quando ho smesso di desiderarlo. Quando ho cessato di pensare che fosse indispensabile che succedesse, quando ormai viaggiavo rassegnata sul Evvabbhè è andata così, che vogliamo farci? Caspiterina un Mr L. tutto mio! Sticacchi, qui rischio grosso, oh male che vada c'è mia sorella...ecco che questa disgraziata mi arriva con la notizia.
La notizia che sarò zia, la notizia che tu, Lenticchia, avrai un cugino.

Tante volte mi ero sognata la cosa, e funzionava sempre un po' stile "3 scapoli e un bebè": nel mio immaginario io e l'adorato marmocchietto ce ne stavamo spaparanzati sul divano a mangiare junk food in attesa che i genitori tornassero dalla serata libera al cinema e ci trovassero teneramente ripieni come tacchini addormentati davanti alla tv accesa.
Sempre nel mio perfido immaginario, i supradetti genitori tornavano anche in tempo -guardacaso- per cambiargli il pannozzo, mentre io ricevevo i ringraziamenti per il mio nobile servizio di baby-sitting e pure un po' di pasta al forno congelata in premio.

Nel mio immaginario non rientrava insomma alcuna delle seguenti opzioni:
- Lenticchia.
- Lenticchia 4 mesi più grande di Fagiolo.
- Doppio pannozzo da cambiare.
- No easy-junke-food-on-the-sofa. Al massimo un panino al volo che non abbiamo tempo, questo vuole magnà. Pure il tuo poi, tiene una faccia da assatanato...
- Scordati il cinema, tu e pure tua sorella.

Mioddio, cosa abbiamo fatto.
Quindi: discorsetto preventivo al fagioloso nipote.
Vedi, tu insieme a quell'altro, di rigar dritto e non fare troppi casini, perchè su di me si potrà pure sollevare, di tanto in tanto, qualche legittimo dubbio...
Se sbaglierò la temperatura delle vostre pappe.
Se vi infilerò i pannozzi al contrario come faccio con le mie stesse magliette andandoci in giro per tutto il giorno.
Se vi perderò di vista al parco giochi e vi rapiranno perchè caspita ok che ero al 5 capitolo che è il più avvincente, ma l'ho letto in fretta, non capisco come possa essere successo.
Se vi metterò in imbarazzo mentre guiderò urlando come un pecoraro sardo.
Ma lei no. Non dovete portarmela alla disperazione, con lei non ci riuscirete.
E adesso vi spiego perchè.
Perchè prima di voi, molto prima di voi, lei mi preparava la merenda doppio strato prosciuttino e formaggio. Che buona.
Perchè lei mi ha detto ti tengo, tu pensa a pedalare! mentre mi lasciava andare, senza le rotelle, e io neanche mi rendevo conto di aver appena detto addio al triciclo.
Perchè lei leggeva per entrambe Agatha Christie quando eravamo a letto ammalate.
E, indovinate un po'? C'era ancora lei quella prima volta che ho pianto perchè sì, in effetti quel gran gnocco di Guido di 3A proprio non pareva intenzionato ad accorgersi di me.
Sempre lei anche quando stavo vestendomi da ostrica per la festa dell'ultimo dell'anno, e meno male che mi ha salvata in calcio d'angolo.
Quindi, bimbi belli, fatevi in là e testolina bassa, che ho capito che siete in due...ma pure noi.
E da molto, molto più tempo.




3 commenti:

Federica ha detto...

Anche io divento un po' zia...posso dirlo???!! Baciotti sia al lenticchia che al fagiolo :)

Susibita ha detto...

Ma certo che puoi dirlo.
Eccchezzia, oserei dire...!

Anonimo ha detto...

Dolcissimo questo post!