8 luglio 2014

sul cuscino.

Dormivo.
Cioè mi stavo addormentando, no? dormivo, ma un po' ti ho sentito.
Mi hai sfilato Pennac da sotto la mano, l'hai appoggiato sul comodino.
Ho avvertito il tuo corpo tutto allungato sopra di me, ravanavi sul cellulare per spegnerlo, sennò partono le notifiche di twitter o che, di notte, e tu t'incazzi.
Poi hai fatto click, e ho sentito il buio anche con gli occhi chiusi.
Mentre ti ritiravi dalla tua parte ti sei abbassato, l'ho capito dal fiato leggero sul dorso della mano.
L'hai baciata.

Che fortuna, che ancora non dormivo veramente.


5 commenti:

Robin :D ha detto...

<3 che dolcezza!

JuleZ ha detto...

<3

LAPERFEZIONENONFAPERME ha detto...

Anche questo è amore.....

Lex ha detto...

Ma ti pare il caso, con due figli piccoli, di portarti gli amanti in casa?

Susibita ha detto...

lex: amanti che giungono dal nord, poi.